You are here: Home
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere l'informativa estesa.

    Privacy policy

Viaggio in Mali 2017

 

Banca di cereali a Sadjorobogou

8xmille valdesi   3272424   3272467

Relazione Finale  Progetto  “Sicurezza alimentare sviluppo economico villaggio di Sadjorobogou”

Progetto sostenuto con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese

 Il progetto,  ufficialmente iniziato in data 31 ottobre 2015 è stato realizzato in partenariato con la Commune Rurale di Baquineda, (Regione di Koulikoro) che ha contributo alla sua diffusione  all'interno del Comune di Baquineda in cui è situato il villaggio di Sadjorobogou ed ha svolto un ruolo di facilitatore nel disbrigo delle pratiche amministrative che si sono rese via via necessarie. Si è ufficialmente concluso a dicembre 2016.

Si è articolato  in 3 distinte attività: assistenza alla produzione, assistenza alla commercializzazione e sostegno al dispositivo di monitoraggio e relativa valutazione.

Qui di seguito vengono riepilogate le varie fasi in sequenza temporale:

Assistenza alla produzione:

Ottobre -novembre 2015: individuazione e  corretta definizione dei  terreni da coltivare in modo collettivo,  sistemazione degli stessi ai fini della successiva semina avvenuta nel mese di giugno prima dell’inizio della stagione piovosa.

Novembre-dicembre 2015:

  • ·ricerca ed individuazione di 3 formatori  e di una persona con funzioni contabili all'interno del gruppo avente il compito di gestire tutte le attività economiche e di compilare le schede contabili di rendicontazione.
  • ·Acquisto del manuale di gestione comprensivo di tutte le schede contabili. 

Gennaio-febbraio 2016:

  • ·svolgimento dell'attività di formazione  e di sensibilizzazione (in tre sessioni) sui principi della cooperazione e della buona governance mediante  la tenuta di lezioni  sul sistema cooperativo e sulle tecniche di coltivazione finalizzate a fornire alla comunità locale le nozioni principali sull'andamento del progetto e sui benefici dello stesso;
  • ·Definizione di un  calendario di monitoraggio ai fini  della corretta applicazione dei moduli di formazione attraverso opportune attività di valutazione;
  • ·Acquisto dei primi attrezzi da lavoro  e delle sementi necessarie alla coltivazione dei cereali. Si precisa  che alcune sementi sono state  prelevate direttamente dalle scorte esistenti nel villaggio migliorando così la qualità finale  del prodotto trattandosi di  semi già utilizzati nelle coltivazioni in loco.

Marzo 2016:  viaggio di monitoraggio da parte dei responsabili italiani del progetto.

Giugno 2016:

  • ·semina dei terreni;
  • ·acquisto del moto triciclo (mototaxi) per consentire da un lato di migliorare l'attività di stoccaggio dei cereali (facilitandone il trasporto  dai campi alla banca di cereali) e dall'altro di facilitare la distribuzione permettendo agli agricoltori di consegnare direttamente i prodotti agli acquirenti finali ottenendo così migliori ricavi.
  • ·acquisto  della batteuse (macchina per trebbiare il riso, grano e miglio): al fine di separare i cereali dalla paglia e consentirne un più veloce stoccaggio ed una più proficua commercializzazione.

Luglio 2016: istituzione di  un fondo comunitario per l'acquisto di fertilizzanti. Dato il costante impoverimento  del suolo e le  piovosità irregolari l'uso di concimi si rivela oggi fondamentale nella produzione agricola. A Sadjouroubougou, in aggiunta all'uso di compost, gli agricoltori fanno uso di concimi chimici. Per permettere ad ogni agricoltore di disporre dei concimi necessari al miglioramento della produttività dei terreni è stato stanziato un fondo (sotto forma di prestito) per i beneficiari del progetto. Essi dovranno poi rimborsare il prestito ricevuto non con denaro ma con sacchi di riso/mais./miglio  nel corso dell'anno.

Settembre 2016:

  • ·acquisto dei buoi da lavoro per facilitare le attività di  raccolta dei cereali e la ri-aratura dei terreni per la prossima semina (in Mali vengono effettuati due raccolti: uno ad ottobre -novembre (la grande saison ) e l'altro a gennaio (la demi saison): i quattro buoi da lavoro acquistati consentiranno  di ottimizzare al meglio i processi di produzione;
  • ·acquisto degli ultimi attrezzi da lavoro e del mulino per la macina dei cereali, quest'ultimo ( attraverso la produzione di farina) consentirà  di  destinare una parte della produzione al fabbisogno alimentare della popolazione.

Assistenza alla commercializzazione:

Ottobre 2016:

  • ·Conseguimento dell'obiettivo della creazione di  un sistema di commercializzazione e di raccolta comunitario  mediante la creazione della banca dei cereali che  ha permesso di attenuare gli effetti della crisi alimentare del gruppo mediante lo stoccaggio dei cereali e la successiva distribuzione ai beneficiari del progetto durante tutto l'anno;
  • ·creazione di un fondo di garanzia dell'ammontare di euro 304,00 ( 200,000 FCFA) presso la Cooperativa Dunka Fa per consentire  l'approvvigionamento di cereali e di concimi ai fini di una continuità e sviluppo del progetto a futuro.

Novembre 2016: implementazione tramite apposite sessioni formative di un sistema di corretta gestione del magazzino (banca dei cereali)  al fine di estendere il beneficio al maggior numero di persone.

Sostegno al dispositivo di monitoraggio e valutazione;

Novembre 2016:

  • ·attività di  verifica della corretta tenuta dei quaderni e degli appunti di lavoro  da parte sia  dei formatori  che dei   produttori;
  • · raccolta delle informazioni contenute nei rispettivi documenti.

Dicembre 2016: 

  • ·attività di analisi delle  quantità raccolte e dei prodotti venduti e redazione di un elaborato finale del progetto.

Da questo elaborato emerge che la produzione di cereali da parte del gruppo  è stata pari complessivamente a:

 2 tonnellate di mais, 1,5 tonnellate di miglio e una tonnellata di riso.

Al momento solo una piccola parte della produzione  (circa il 10%) è stata vendita. Ciò ha reso possibile sia l'incremento delle  scorte che la valorizzazione del prodotto (che non è stato svenduto al momento del raccolto per mancanza di luoghi di stoccaggio come negli anni passati)

Risultati  complessivamente ottenuti

  • ·il 100% delle persone beneficiarie del progetto (150 donne e 50 uomini) ha migliorato le proprie condizioni di vita riducendo il  livello di povertà;
  • ·circa la metà della popolazione del villaggio (1500 persone) ha migliorato la propria condizione alimentare;
  • ·il 90% del prodotto realizzato è stato stoccato nella banca dei cereali  per poter essere venduto e distribuito ai più bisognosi nel corso dell'anno.

Considerazioni finali

Il progetto, realizzato con la collaborazione attiva del Comune di Baquineda e del capo villaggio di Sadjorobogou,  ha beneficiato di una diffusione  capillare ed  ha avuto effetti indiretti su gran parte del villaggio ( su circa 2500 persone abitanti nel villaggio 1500 ne hanno beneficiato indirettamente). Si ritiene pertanto che la collaborazione con le istituzioni locali faciliti la buona riuscita del progetto e ne favorisca la divulgazione  conferendo allo stesso un carattere più istituzionale. Laddove infatti le istituzioni si fanno parte attiva nel progetto  questo acquista maggiore credibilità agli occhi delle persone autoctone.

Nel villaggio  è migliorata la collaborazione attiva tra le persone  e la solidarietà tra le stesse, inoltre la tenuta di apposite sessioni di formazione ha consentito una crescita all'interno del gruppo che ora è più consapevole sia delle tecniche di produzione che dei principi della buona governance.. Fondamentale è e sarà la corretta gestione della banca dei cereali che consentirà di estendere a futuro i benefici all'intero villaggio migliorandone così l'economia globale.

 3272384   3272448   3272436

 


 

Dona il 5 per 1000!

5xmille-200

Sostegno a Distanza in Mali

sostegno

Sportello stranieri gratis

sportello-1

Iscriviti alla newsletter!




Acconsento al Trattamento ai sensi dell’art. 23 D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali

Seguici su....

     

    facebook-icon-preview twitter-icon-circle-blue-logo-preview   YouTube-icon

Fotogallery

  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
joomla templates